Trincee Monte Palon Grande Guerra Cima Grappa caduti prima guerra mondiale itinerari Wine Hotel San Giacomo Activity _ Wellness

Appassionati della Grande Guerra

Share

Monte Grappa e sacrari della prima guerra mondiale

Gli appassionati di storia di tutto il mondo scelgono la nostra zona anche per questo: siamo stati, a nostro malgrado, protagonisti di alcune dei periodi più cruenti della prima guerra mondiale. I segni di quel periodo sono ancora fortemente visibili nella nostra zona, e permettono a tutti coloro che passano, appassionati e no, di dedicare un ricordo a quei tragici fatti. Oggi vogliamo indicarvi alcuni punti che non dovete perdere nella zona del Monte Grappa per fare un salto nella nostra storia.

  • Sacrario militare italiano e austriaco, Cima GrappaSacrario Monte Grappa Grande Guerra ai caduti itinerari da vedere in Veneto cima Grappa Wine Hotel San Giacomo Activity _ Wellness

Si tratta di uno dei principali ossari militari della prima guerra mondiale, ed è proprio in cima al monte Grappa. La guerra lasciò molti cimiteri nella zona, e a guerra terminata si scelse di farne uno unico durante il fascismo. Il sacrario è costruito con motivo a colombario tipico del periodo.

  • Sacrario militare + Piave, Nervesa della Battaglia

Anche in questo caso si tratta di un Sacrario militare di Nervesa della Battaglia nato durante il fascismo, molto grande e in tipico stile razionalista. Pensate ai numeri: vi sono contenuti ben 6.099 loculi più alcune tombe collettive con i corpi non identificati (3.226).

Al terzo piano potrete vedere oggetti rinvenuti durante i lavori, come 250 granate inesplose e molti oggetti dell’esercito italiano. Da qui potete vedere il corso del fiume Piave, teatro di alcune terribili battaglie. Qui potrete visitare anche un piccolo monumento dedicato a Francesco Baracca, eroe dell’aria di Lugo di Romagna della prima guerra mondiale.

  • Bassano del Grappa

Bassano è un vero e proprio museo a cielo aperto dedicato alla grande guerra: fate una passeggiata sullo storico ponte vecchio, visitate il museo degli alpini che racconta la storia del ponte, della città e delle guerre. Camminando immersi nella storia troverete sicuramente il tempo per assaggiare le famose grappe e visitare il museo della Grappa Poli.

  • Galleria Vittorio Emanuele III Monte Grappa

Sul monte Grappa, per la precisione sul fianco destro della Caserma Milano, trovate l’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele III. La galleria, lunga 5 km, voleva fermare l’avanzata dell’esercito Austro Ungarico. Si trova sotto alla Cima Grappa, è alta mt. 3 e larga da 1.80 a 2.50. Si tratta di un’opera imponente: poteva ospitare 15.000 uomini, 72 cannoni e 70 mitragliatrici che potevano far fuoco su entrambi i versanti della montagna. Oggi è visitabile per metà vestendosi in maniera adeguata per resistere a freddo, umidità e buio.

  • Trincee Monte Palon Monte Grappa

Vivere la storia visitando le trincee: è possibile sul sentiero che va dal rifugio verso la cima del M. Palon, con 1.000 m. di trincee, 300 m. di gallerie. Qui potrete visitare anche diversi baraccamenti ed appostamenti dove vivevano i soldati durante la prima guerra mondiale. Questo monte era importante perché permetteva di osservare il fronte orientale del Massiccio del Grappa.

  • Trincee del Grappa

Trincee Monte Grappa Grande Guerra Monte Palon cima Grappa Wine Hotel San Giacomo Activity _ Wellness

Anche sul monte Grappa trovate un percorso storico – naturalistico con trincee in località Col Campeggia. A Romano d’Ezzelino troverete la “porta di accesso” con il grande sacrario ai caduti ed il sacello alla Madonna del Grappa.

  • Sacrario francese Pederobba

Questo luogo conserva le spoglie di 1000 soldati francesi. Questo grande sacrario che pare una parete rocciosa ricorda questi giovani francesi che vennero uccisi sul Tomba e sul Piave

  • Strada panoramica tra il Piave e il Montello

Questa strada, perfetta per i ciclisti, à famosa per lo splendido panorama sulla valle del piave. Qui trovate tutti gli itinerari possibili per coniugare scoperta della storia e sport.  http://turismo.provincia.treviso.it/Engine/RAServeFile.php/f/Itinerari/ciclo_broch.pdf

  • Sacrario Militare Fagarè della Battaglia

Questo sacrario è situato vicino alla riva destra del Piave vicino ad un’ansa, dove venne combattuta la Battaglia del Solstizio. Qui riposano più di 10.000 soldati, tra riconosciuti e non. Costruito negli anni ‘30, il Sacrario si vede dalla strada tra Treviso a Oderzo. Troverete anche alcuni cimeli rinvenuti nella zona. Alcune parti del sacrario vennero distrutte dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, si salvò qualche bassorilievo, probabilmente nascosti dal custode fino al giorno della Liberazione.

  • Isola dei morti, area naturalistico-monumentale Moriago della Battaglia

Scoprite le vicende del Piave visitando l’Isola dei Morti, tra Montello e Moriago della Battaglia. L’isolotto è così chiamato perché dopo la Battaglia Finale vennero qui trovati migliaia di corpi senza vita di italiani. È degli anni ’20 la piramide di pietra che vedrete. Nel secondo dopoguerra venne costruito anche un Santuario dedicato alla Madonna. Negli anni ‘90 venne realizzata una scultura di Mario Balliana.

  • Pian dea bala

Un altro spunto per chi vuole un mix tra natura, panorami e storia è una visita all’anello storico naturalistico chiamato mulattiera del Boccaor, che unisce Pian di Bala, Archeson e Meatte.

  • Altopiano di asiago

Ultimo spunto, poco più lontano ma meritevole di visita, è l’Altopiano di Asiago, dove venne combattuta la Battaglia degli Altipiani nel 1916, una vera e propria ecatombe: 230.545 uomini.

Per decidere i vostri itinerari sul Monte Grappa e dintorni, dedicati alla prima guerra mondiale, eccovi alcuni utili siti dove trovare informazioni.

http://www.itinerarigrandeguerra.it

http://www.ecomuseograndeguerra.it

http://www.venetograndeguerra.it

Cimitero Inglese Giavera del Montello Wine Hotel San Giacomo Activity _ Wellness